QuiCentro storico

Migranti in piazza Martinelli a Como, controlli della polizia: uno arrestato e due espulsi

Nel mirino gli stranieri che affollano la piazza per usare il wi-fi gratis

I controlli in piazza Martinelli a Como

Migranti controllati dalla polizia in piazza Martinelli a Como: tutto è partito dagli assembramenti di extracomunitari nella piazza del centro storico, notata ogni giorno in tarda mattinata dagli operatori delle Volanti.

Stranieri che stazionano in piazza per usufruire del wi-fi libero per poter comunicare con i loro parenti lontani. Un fenomeno non nuovo che renderebbe la zona poco fruibile dai cittadini. Per questo motivo la Questura ha avviato un'attività di monitoraggio, con una serie di controlli (che continueranno anche nei prossimi giorni, come comunicato dalle forze dell'ordine) per verificare la posizione amministrativa delle persone che frequentano la piazza. 

controlli migranti piazza martinelli-2

Arresto ed espulsioni

Durante questi controlli due persone sono risultate irregolari sul territorio e condotte in Questura per procedere alla loro espulsione con invito a lasciare il paese: si tratta di  un cittadino gambiano di 33 anni, M.A, e di un cittadino russo di 19 anni, M.M..

E' stato invece arrestato un 25enne pakistano, H.S. le sue iniziali, in quanto destinatario di un provvedimento definitivo di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica Presso il Tribunale di Reggio Emilia per il reato di furto aggravato. E' stato portato al carcere Bassone di Como dove dovrà scontare una pena di 5 mesi e 28 giorni di reclusione.

La frequentazione della piazza da parte dei migranti, soprattutto al mattino, è cosa nota. Proprio nei giorni scorsi piazza Martinelli era tornata al centro delle polemiche per l'applicazione dell'orario di chiusura invernale anche in primavera-estate per motivi di sicurezza, come spiegato dal vicesindaco Locatelli.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • ..............due persone sono risultate irregolari sul territorio e condotte in Questura per procedere alla loro espulsione con invito a lasciare il paese. E già perché questa e le centinaia di altre risorse boldriniane che riceveranno l'ingiunzione di espulsione sicuramente se la faranno sotto e obbediranno seduta stante. Io invece credo che non se la faranno sotto, che non lasceranno il nostro Paese e che il foglio d'espulsione se lo terranno per usarlo a mò di carta igienica!

Notizie di oggi

  • Incendi

    Arosio, incendio in appartamento: evacuata palazzina

  • Cronaca

    Alcol a fiumi e a bassi prezzi: il questore fa chiudere il Maryrose's Bar di Turate

  • Trasporto locale

    A Como tanti turisti ma pochi taxi: ecco i nuovi turni per rispondere alla crescente richiesta

  • Cronaca

    La nuova fontana simbolo di Cernobbio

I più letti della settimana

  • Auto ribaltata in via Napoleona dopo un frontale: 2 feriti in fin di vita

  • Incendio di Sorico, multa da 13,5 milioni di euro per i due denunciati per la grigliata finita male

  • Furto all'Esselunga di Como: arrestato 28enne

  • Rapina alle Poste di Tavernola: cliente preso in ostaggio

  • Strage di Erba, a Le Iene l'intervista a Rosa Bazzi: "Ho visto un uomo nella casa di via Diaz"

  • Facebook e Whatsapp non funzionano: down mondiale

Torna su
QuiComo è in caricamento