QuiCentro storico

Pipì di cane in centro Como, l'assessore Galli: "Maleducazione dilagante, stiamo lavorando"

L'assessore all'Ambiente: "Problematiche emerse in modo evidente durante gli incontri con i cittadini, stiamo cercando di capire come risolverle"

Pipì di cane in centro storico a Como

Un tema caldo, quello della maleducazione di alcuni padroni di cani che permettono al proprio animale di fare pipì su muri, vetrine e vasi nelle strade del centro storico di Como, facendo crescere l'esasperazione tra esercenti e commercianti della città murata, costretti a ripulire quotidianamente e a prendere provvedimenti "fai da te", come abbiamo scritto in questo articolo.

Lo conferma l'assessore all'Ambiente di Palazzo Cernezzi Marco Galli: "E' un tema frequente e sentito nelle assemblee con i cittadini alle quali sto partecipando e per questo stiamo lavorando con gli uffici".

Un problema che non riguarda solamente Como, ovviamente, ma che in altre città è stato affrontato dalle amministrazione comunali con misure apposite, come a Vigevano dove sono 160 gli euro di multa per chi non lava la pipì del suo cane, mentre a Savona si rischiano fino a 500 euro, solo per fare alcuni esempi.

"Ho incontrato i cittadini e questo problema è stato fatto notare più volte non solo in centro storico - precisa Galli- ho fatto notare la cosa e sto parlando con chi di competenza, qualcosa va fatto ma al momento non so dire altro se non che si sta lavorando. Non è una cosa che stiamo sottovalutando - prosegue-stiamo capendo come risolvere la cosa e da dove cominciare. Si tratta di maleducazione dilagante, quella che ci fa avere la percezione di una città poco curata, come la bottiglietta per terra, il fazzoletto buttato o i padroni di cani che non raccolgono le deiezioni. Noi non possiamo fare educazione civica in giro, basterebbe più educazione. Mi sono messo a lavorare con gli uffici da poco - ribadisce e conclude - sono problematiche emerse in modo evidente durante gli incontri con la popolazione e stiamo cercando di capire da che parte cominciare".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Paolo
    Paolo

    Salve ho letto il vostro articolo e penso sia giusto prendere provvedimenti... sono residente in pieno centro nella famosissima via Vitani dove tanti gruppi passano ad ammirarla... oltre tutto ho anche un cane un golden retriver che tutte le mattine trascino sino ai giardini di viale Varese per i suoi bisogni mentre d’altro canto tutte le mattine trovo regali di escrementi e quant’altro puntualmente davanti al portone di casa... nonostante abbia messo un cartello che invita i gentili padroni ad un minimo di educazione ma neanche a parlarne aspettano il calar del sole per lasciar liberi i loro animali che colpe non hanno e il risultato è questo.

Notizie di oggi

  • Attualità

    Alice e Alessandro, genitori preoccupati: lanciano la petizione contro il degrado dei parco giochi di Como

  • Viabilità

    La brillante idea: potature in via Bellinzona nel giorno di festa in Svizzera

  • Economia

    Ufficiale: Maurizio Bruschi nominato commissario straordinario del Casinò di Campione

  • Incidenti stradali

    Incidente in autostrada a Fino Mornasco: tir contro auto

I più letti della settimana

  • Gettano 400 fascine di legna nel lago di Como: "Così aiutiamo la riproduzione del pesce persico"

  • Ragazza down molestata sul bus: uomo di Alzate Brianza arrestato grazie ai passeggeri

  • Le 5 pasticcerie più buone di Como

  • Como, obbligava la figlia a dimagrire: "Fai schifo, sei grassa". Madre denunciata

  • Cucine da incubo a Cavallasca: Cannavacciuolo arriva a El Paso Ranch

  • Lago di Como, Villa del Balbianello: i primi turisti della stagione arrivano dal Brasile incantati da un film

Torna su
QuiComo è in caricamento