QuiCentro storico

Centro storico, un pullman turistico in via Luini

Segnalazione di Rapinese: "A cosa servono le barriere anti-terrorismo?"

Se da un lato si avanzano interessanti proposte d'arte per arginare la bruttezza delle barriere antiterrorismo, dall'altra, come evidenziava la foto di un nostro precedente articolo, è del tutto evidente che la loro efficacia sia quanto meno discutibile. A riproporre la questione, ci ha pensato il consigliere di minoranza Alessandro Rapinese, che sulla sua pagina Facebook ha postato una foto di un pullman, con targa svizzera, che circolava nel tardo pomeriggio di ieri in pieno centro storico, per la precisone in via Bernardino Luini, senza, evidentemente, avere incontrato ostacoli insormontabili. 

Andando oltre la provocazione politica, rimane da capire - a fronte di un problema di sicurezza, rispetto al quale il Ministero dell'Interno ha dato degli indirizzi alle amministrazione - quale sia la strada migliore per affrontarlo senza ergere muri. La questione non è secondaria, soprattutto in una città turistica: se da un lato Como non può permettersi di inbruttirsi, dall'altro hala necessità di proteggersi senza trasmettere ai suoi cittadini e ai sempre più numerosi visitatori di vivere un clima di paura. 

Nel caso specifico, va detto, non sappiamo se il mezzo in questione aveva ottenuto dai Vigili un permesso per circolare nella Ztl o se più semplicemente si fosse solo perso per le vie del centro storico zigzagando tra vecchi e nuovi ostacoli. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Giovanni, senzatetto orgoglioso

  • Tragedia sui monti di Sorico: cacciatore morto per prendere un cervo

  • Como, ragazza di 18 anni violentata al primo appuntamento: arrestato barista del centro

  • Como, picchia la moglie in centro: il video dell'arresto

  • Incidente a Mariano Comense: morto un motocilista di 53 anni

  • Incidente a Como: una persona incastrata fra le lamiere

Torna su
QuiComo è in caricamento