QuiCentro storico

Panchine e sedie nel lago e auto danneggiate: vandali in centro Como

Negli ultimi giorni una sfilza di danneggiamenti e atti vandalici

Vandalismi a Como

Numerose segnalazioni di vandalismi ci sono arrivate in redazione negli ultimi giorni. Ecco, dunque, un piccolo resoconto dei danneggiamenti che i lettori ci hanno segnalato. Davanti al molo di Sant'Agostino a Como, vicino al bar "Il Molo" sul fondale del lago (il cui livello in questi giorni è ai minimi storici) si intravedono sedie e tavolini in metallo volontariamente gettati nell'acqua. 

Dalla zona del Tempio Voltiano, invece, arrivano altre foto simili. Questa volta si tratta di una delle panchine installate dietro al tempio per chi ha volgia di rilassarsi guardando il lago. La panchina è stata divelta e rovesciata sulla riva. Davanti al vicino Carrefour di via Recchi è comparsa magicamente un'altra della stessa serie di panchine. Proprio pochi giorni dopo che è stato rimosso il punto di ristoro che il supermercato aveva predisposto per i clienti e che invece era continuamente occupato da senzatetto, migranti e disperati. 

In via Vitani 32, all'interno di una corte privata, qualcuno ha spaccato il vetro del lunotto posteriore di una Smart di un cittadino che ha lì il suo posto auto in affitto. L'apisodio è avvenuto in pieno giorno. L'auto era ben visibile anche dalla strada pubblica, ma nessuno ha visto niente, né tra i condomini né tra i passanti di via Vitani. Il proprietario dell'auto sporgerà denuncia. L'amara scoperta è stata fatta domenica 15 ottobre 2017 ma il vandalismo si è verificato il giorno prima intorno all'ora di pranzo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il primo decesso in Lombardia. I contagi sono almeno 36

  • Coronavirus a Como: paziente infetto trasferito all'ospedale Sant'Anna

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Da Moreno, in crisi la catena dello shopping low cost: timore per i dipendenti di Olgiate e Vertemate

Torna su
QuiComo è in caricamento